Nastri di ricambio per tapis roulant

La sostituzione del nastro del tapis roulant è un’operazione da seguire affidandosi a precise istruzioni. In questa categoria troverete nastri di ricambio per tapis roulant da acquistare comodamente online e un breve approfondimento su come procedere alla sostituzione del nastro. Con Tapis Roulant Store riceverete direttamente a casa vostra i prodotti per tenere il tapis roulant sempre impeccabile! La disponibilità di nastri di ricambio per tapis roulant è davvero ampia, troverete prodotti con le caratteristiche più varie e di qualsiasi prezzo. Sfogliate il catalogo e se avete qualche dubbio contattateci ai nostri recapiti.

Mostra come Griglia Lista
Ordina per
Nastri di ricambio per tapis roulant

Disponibile

59,00 € 90,00 €

1 elemento

per pagina

Nastro del rapis roulant: dimensioni e caratteristiche

Il nastro del tapis roulant è il cuore del treadmill e si presenta in diverse misure e gradi di spessore. Iniziamo col dire che secondo la norma europea UNI EN 20957/6, un nastro da corsa deve avere le dimensioni minime di 120x40 cm: se ha dimensioni inferiori, si può utilizzare soltanto per la camminata veloce, perché durante la corsa potrebbe provocare cadute e infortuni. In generale, deve essere abbastanza lungo da permettere una falcata completa e comoda, pertanto è l’altezza dell’utente il fattore discriminante. Se siete alti oltre 1,80 m dovreste optare per un nastro di almeno 140 cm di lunghezza. Se si utilizza il tapis roulant per una camminata veloce, invece, può essere sufficiente un nastro di 120-130 cm di lunghezza. Parlando di larghezza, si tiene in considerazione lo spazio del nastro. I nastri più piccoli, destinati alla camminata o alla corsa lenta, si attestano sui 40-42 cm: più si corre velocemente, più servirà una superficie ampia a partire dai 45 cm. Tuttavia, è più corretto parlare di “superficie di corsa” che di larghezza del nastro, perché sono due valori che divergono leggermente. La larghezza della superficie di corsa si ottiene dalla somma del nastro e lo spazio di 10-20 mm a sinistra e destra dello stesso, comprese le fasce laterali, spesso utilizzate nella corsa: in altre parole, le aree calpestabili.

Quando cambiarlo

Il nastro è una delle componenti del tapis roulant più soggette a usura, dal momento che si tratta della zona calpestabile. Dopo diversi scorrimenti, si potrebbero creare delle pericolose frange a lato e ciò significa che dobbiamo procedere alla sostituzione il prima possibile. Anche senza un supporto tecnico, l’operazione è piuttosto semplice e può essere svolta in autonomia se si è pratici di lavori manuali. In generale, è consigliabile cambiare il nastro non solo quando si cominciano a intravedere i primi segni di usura (superficie assottigliata e fragile, fili a lato che sfuggono dal tappeto…) ma comunque dopo in media 5 anni è consigliabile la sostituzione, senza attendere che la situazione si faccia critica. Inoltre, occorre considerare che il nastro protegge dalle scosse elettriche: se qualche parte del tappeto è bucata o usurata, potrebbe diventare rischioso svolgere esercizi sul tapis roulant.

Come misurarlo

Se è stato appurato che il nastro va cambiato e si decide di procedere alla sostituzione in autonomia, per prima cosa occorre misurare il il vecchio nastro. Quest’operazione può essere fatta in due modi:

  • smontare il nastro e stenderlo a terra, misurare quindi la larghezza e lunghezza totale.
  • prendere un metro e un pezzo di scotch adesivo o un pennarello/gessetto,
  • attaccare lo scotch o fare un segno con il pennarello sul nastro vicino al rullo posteriore, in modo da contrassegnare la posizione di partenza;
  • misurare 1 metro alla volta utilizzando un altro pezzo di scotch o facendo un altro segno con pennarello facendo girare manualmente il nastro finché non si ritorna al primo pezzo di scotch/primo segno. Fatto questo si deve verificare le viti di regolazione/tensione presenti sul rullo posteriore, se la regolazione è alla massima tensione bisogna togliere alcuni centimetri dalla lunghezza totale rilevata; per capire quanti cm togliere va considerato che 1 cm di regolazione di vite corrisponde a un totale di 2 cm di nastro.

La misurazione manuale del nastro va effettuata perché nella maggior parte dei casi il formato scritto sul manuale utente non corrisponde alla misura effettiva. Inoltre, bisogna tenere conto che i fornitori si riferiscono alle dimensioni del nastro installato a tensione nominale, e i nastri si possono allungare dell’1-1,5% dopo l’installazione, ma anche di più dopo un lungo utilizzo.

Come sostituirlo

Il nuovo nastro del tapis roulant deve essere esattamente della stessa lunghezza di quello vecchio, mentre la larghezza può anche essere leggermente differente. Ecco come procedere alla sostituzione del nastro:

  • staccare il tapis roulant dalla presa di corrente;
  • rimuovere i coperchi che bloccano il nastro, posizionati in corrispondenza dei due angoli inferiori. È sufficiente allentare le viti con un cacciavite;
  • rimuovere il copri-motore dove si trova il meccanismo di rotazione;
  • rimuovere il rullo posteriore, dove prima si trovavano i due coperchi. Anche qui basta eliminare le due viti che lo fissano e servono a mantenerlo in asse;
  • sganciare il rullo anteriore. Bisogna tornare in cima al nastro, dove prima era presente la cassa protettiva, e trovare la vite che tiene in asse il rullo anteriore. È una zona dove sono presenti vari cavi e meccanismi, quindi trovarla potrebbe essere meno immediato;
  • Rimuovere le viti che tengono fissata la tavola al telaio del tapis roulant, almeno su un lato, non necessariamente vanno svitate tutte completamente.
  • rimuovere i poggiapiedi laterali;
  • rimuovere il nastro. Ora è finalmente possibile rimuovere il vecchio nastro del tapis roulant, semplicemente alzando la tavola di appoggio in modo da poterlo sfilare via dal macchinario in maniera delicata;
  • lubrificare la tavola con un prodotto professionale;
  • inserire il nuovo nastro con delicatezza, iniziando dal rullo anteriore. Quando si arriva a metà circa, alzare leggermente la tavola e far passare il nastro sotto di essa, coprendo anche il rullo inferiore;
  • posizionare i due rulli, facendo attenzione a centrare perfettamente il nastro;
  • applicare di nuovo i poggiapiedi e le diverse coperture rimosse in precedenza.

Centrare e tensionare il nastro

Ma una volta che il tapis roulant può essere ricollegato alla presa elettrica ed avviato, come fare per centrarlo perfettamente? Bisogna azionarsi il tappeto a una velocità di almeno 5/6 km/h, per poi portarsi sulla zona posteriore dove si trovano le due vite esagonali poste alle estremità. Quando il nastro si sposta a sinistra, si agisce sulla vite di quel lato girando in senso orario (massimo ¼ di giro per volta). Lo stesso si fa per il lato destro. Dopo aver eseguito l’operazione, si lascia scorrere il nastro per almeno un minuto. La tensione può essere testata camminando sul nastro a bassa velocità, ma attenzione a non stringere troppo le viti, perché una tensione eccessiva rischia di danneggiare il rullo e i cuscinetti.

La lubrificazione del nastro

La lubrificazione del nastro si deve fare prima del primo utilizzo; normalmente va fatta ogni circa 30 ore di utilizzo o comunque, anche in caso di utilizzo limitato, ogni 30/40 giorni. È sufficiente sollevare un lato del nastro e applicare un olio professionale specifico che potrete trovare nel nostro sito; sconsigliamo l’utilizzo di siliconi spray. Fate molta attenzione ad acquistare per la lubrificazione dei tapis roulant non auotorizzati dalle case madri perché potrebbero apportare danni al nastro e di conseguenza alla rottura del motore. Ripetere la stessa operazione dall’altro lato, dopodiché avviare il treadmill a bassa velocità e farlo girare per qualche minuto.

Copyright © 2023 TXFITNESS srl - P.IVA 03444210540